Orgoglio e pregiudizio: ripensare la letteratura transculturale

Officine dell'interculuralità

  • Data: 30 settembre 2020 dalle 17:30 alle 19:00

  • Luogo: Microsoft Teams

  • Modalità d'accesso: Ingresso libero

a cura di Arianna Dagnino

Cosa si intende quando si parla di letteratura transculturale? Quando un’opera o un autore vengono ritenuti transculturali? L’incontro si focalizza sulle opportunità offerte dal concetto di scrittura transculturale ma anche sulle problematicità e i limiti insiti in tale approccio, in particolare attraverso tre chiave: esperienza, appartenenza, classificazione. 

 

Arianna Dagnino è una scrittrice, giornalista e studiosa italiana con cittadinanza australiana naturalizzata canadese. È l'autrice del romanzo transculturale The Afrikaner (Guernica Editions, Toronto, 2019), un'odissea ambientata a cavallo tra Sudafrica (Johannesburg, il Karoo, la regione del Capo di Buona Speranza), Namibia (il Deserto del Kalahari) e l'Isola di Zanzibar. Con i suoi saggi e articoli ha contribuito allo sviluppo della cultura digitale in ambito italiano analizzando i fenomeni di cambiamento indotti dalla globalizzazione e dall'introduzione delle nuove tecnologie di comunicazione elettronica. Ha conseguito un PhD in Sociologia (nell'ambito della Scrittura Creativa e della World Literature) presso la University of South Australia e una Laurea magistrale in Lingue e Letterature Straniere Moderne Contemporanee presso l'Università degli Studi di Genova. Attualmente è Professoressa Associata di Italian Studies presso la British Columbia University.  

A cura di:
Officina dell'Interculturalità - DIVE IN project

Torna su